Usabilità e test

I commerciali delle software-house sanno elencare in maniera esaustiva cosa fanno i loro software gestionali: vendite, acquisti, magazzino, crm, produzione, chi aggiunge la procedura d’assunzione e valutazione del personale, ecc.

Il “come” lo fanno possono provare a spiegarlo, almeno in maniera teorica: di solito i commerciali usano una parte molto limitata del gestionale. E’ anche un fattore logico e di economia: i test dei software gestionali sono affidati a chi fa la QA, o test di qualità, che spesso avviene con l’uso diretto misto ai test su diversi database, ed è eseguito da personale che ha esperienza delle stesse operazioni, maturata ovviamente anche su altri sistemi gestionali.

E’ in questo “come” e nel sistema di QA che si nota la differenza tra le aziende che producono software.

test software gestionali

Non è possibile testare e quindi vendere un software per la produzione se non si ha idea di cosa voglia dire gestire un magazzino. Né si può pensare di dare un gestionale per fare la contabilità se non si sa cosa sia una chiusura contabile.

E’ per questo motivo che aziende anche di un certo spessore si trovano impantanate in questioni banali (banali per chi non ne ha esperienza) come distinta base o registro IVA: perchè non hanno personale con un’esperienza in materia.

Il valore di un software gestionale sta nella capacità di ridurre l’intervento umano per generare valore aggiunto, riducendo il margine d’errore e guidando l’utente nei processi: ma se questa guida non è stata provata da persone che lo fanno di mestiere, che valore può avere?

Questo è il punto cruciale che abbiamo messo in cantiere per arrivare ad un gestionale usabile con un’ottica italiana, ma con uno spirito internazionale.

Stay tuned