La versione 7.0 LTS uscita da poco (dicembre 2012) prosegue sulla strada intrapresa con la v. 6.1 per la revisione della parte tecnica, facendo un salto rilevante sulla parte estetica, ma non la ricalca sul piano della stabilità: appena uscita infatti ha una stabilità già più che soddisfacente. E’ una svolta importante (e positiva) nella politica di rilascio, mentre i bug finora segnalati (di scarsa rilevanza) sono stati corretti in qualche caso anche in pochi giorni.

E’ da ricordare in ogni caso che, essendo un progetto open, le risorse vengono concentrate sulla versione “focus” dello sviluppo, per cui è normale che l’ultima versione sia quella che gode della maggiore attenzione.

L’interfaccia è stata semplificata, per cui non ci sono più una miriade di bottoni e link, lasciando molto più spazio al documento su cui si sta lavorando. I bottoni sono stati riuniti sotto un menu a tendina raggiungibile sulla parte alta della finestra, visibile solo quando serve. Per qualcuno sarà un problema (ci sono sempre resistenze al cambiamento) io lo vedo come un bel passo in avanti, rendendo più facile l’uso delle maschere agli utenti.

La velocità ormai non è più un problema, come nella precedente 6.1, invece della ormai vetusta 6.0 (nonostante abbia solo poco più di 2 anni). Tengo a precisare che la 6.0 (la precedente versione stabile – LTS) è già di per sè una versione completa e funzionale, che (ad oggi 25 gennaio 2013) non può essere sostituita dalla 7.0 in quanto quest’ultima manca ancora di parte della localizzazione.

A parte i miglioramenti estetici, ci sono delle novità rilevanti sul piano comunicativo, con l’introduzione del cosiddetto “Portale” in cui c’è in pratica un vero e proprio client di posta elettronica. Al suo interno si trovano sia mail che messaggi interni di Openerp, raggruppati per discussione e collegati direttamente agli oggetti di Openerp (DDT, fatture, lead, ecc. ).

E’ stato creato anche un sistema facile di invio dei documenti via mail ai partner, permettendo loro inoltre di connettersi all’ERP tramite il Portale e di vedere l’archivio delle proprie comunicazioni e dei documenti, con una procedura di registrazione molto snella.

Nel complesso c’è tanta carne al fuoco, per cui si può dire che sarà certamente un anno interessante per i sistemi ERP.