Apertura mentale

Oggi in un’azienda abbiamo superato l’abituale audit per il rinnovo della certificazione ISO9001: in questi momenti c’è sempre un po’ di tensione, anche se tutto è a posto, perchè magari non si conosce l’auditor, i suoi “gusti” in termini di burocrazia, e altre bazzecole del genere.

Però spesso l’audit ha dei momenti di rilassamento, in cui si può ragionare a mente fredda sulla strada che si sta facendo, e saltano fuori delle cose interessanti.

Intanto degli ispettori (nati nell’era pre-computer) ci fanno vedere che sono in grado di ammodernarsi: come redigere i report dell’audit su un tablet. Nulla di particolare, ma già dà un po’ di brio. Poi, scannerizzarsi i documenti dell’ispezionato con uno scanner portatile. Va bè, è solo un dettaglio. Però…

Però poi guarda i bei moduli cartacei per fare le check-list (e chi non le fa cartacee? dò un tablet a ogni magazziniere?) e mi suggerisce – caldamente – di farle con un form web in rete, magari su un software gestionale… Uau! E io che fatico a far passare qualsiasi proposta via web!

Pensavo fosse un problema d’età, invece è solo un problema di apertura mentale… e che ci posso fare? Trapano? 😉

apertura mentale
apertura mentale