Archivi categoria: Software

Marketing, pubblicità di software erp e mondo reale

Il marketing è una materia complessa e di cui vediamo particolarmente la parte relativa alla pubblicità. Personalmente di solito evito di guardarla, però a volte è intrigante, altre divertente, qualche volta perfino utile.

Nell’attività aziendale è necessario farne, e spesso nel messaggio si punta all’esagerazione per ottenere l’attenzione. Che va bene in alcuni casi, in altri meno, in altri per nulla.

Nel settore di cui si parla in questo blog non va bene esagerare, anzi non va bene dire nulla di più di quello che è. Il motivo è semplice, le funzionalità di un software partono da stampare un bel “Hello world!” sullo schermo, fino a… cosa? Non c’è un limite superiore che non si possa raggiungere con gli strumenti adatti (e gli investimenti relativi).

Per questo credo che il cambiamento di rotta che ha preso Fabien Pinckaers [fondatore e CEO di OpenERP SA] in un recente post sia molto importante e un segno di maturità: “It’s important to tell what WE DON’T DO, not only what we will do”.

Il messaggio è chiaro: dire quello che il nostro software erp non fa, specificarlo a chiare lettere subito, quando si ha il primo incontro con il cliente. Non limitarsi a dire quello che fa e lasciare il resto all’immaginazione del potenziale cliente.

Un software è specializzato per fare determinate cose, non può esserci un software specializzato a fare tutto (sarebbe un controsenso in termini, perchè sarebbe de-specializzato).

Completamente d’accordo.

A che serve un software erp?

Molti anni fa sono andato a fare il militare. Erano i primi anni ’90, avevo appena completato le superiori e prima di ricevere la famosa cartolina, avevo seguito un corso di computer (su a quei tempi potenti 486dx).

Quindi avevo imparato qualcosa in più di quello che passava la scuola statale. Mi ero perfino comprato un paio di manuali (su Lotus 1-2-3 e DBaseIV, che tenevo come oracoli).

Quindi, superato il primo periodo di CAR [addestramento reclute],  mi sono cimentato con l’inventario dello spaccio militare di una caserma da 800~1200 reclute, a seconda del periodo.

Tenuto ovviamente su efficientissimi registri cartacei, il tutto molto gestibile, dato anche l’abbondanza di manodopera a basso costo in caserma…

Cosa potevo fare io se non cimentarmi nel mio primo decente foglio di calcolo kilometrico? Mica mi  facevo scoraggiare dal pc (un 286), o dall’ambiente (chi te lo fa fare?), anche perchè almeno il Lotus 1-2-3 c’era, e quindi…

A questo serve il software: a semplificare e migliorare il lavoro d’ufficio.

Dei software d’ufficio, il software dedicato a gestire l’azienda nel suo complesso è il software erp, spesso integrato con altri strumenti esistenti. Mi vengono in mente alcune caratteristiche di questo software a cui non rinuncerei: intuitività, solidità, velocità, accessibilità.

Intuitivo vuol dire che se quel tasto sembra che funzioni così, deve funzionare così (almeno secondo il 9x% degli utenti).

Solido vuol dire che deve stare in piedi almeno per x mesi senza disturbare.

Veloce vuol dire che deve eseguire quello che impiegherei x tempo a fare con altri strumenti in una frazione di x.

Accessibile vuol dire che lo posso vedere da dove mi serve.

Ai tempi dei 286 non si poteva pensare a questi “dettagli”, ma ora non è più accettabile lavorare con strumenti senza queste qualità, e altre non meno importanti (sicurezza, gestione permessi, utenti, ecc.), perchè ci mettiamo fuori gioco, fuori da un mercato competitivo come non è mai stato.

Ispezione ISO9001 e apertura mentale

Apertura mentale

Oggi in un’azienda abbiamo superato l’abituale audit per il rinnovo della certificazione ISO9001: in questi momenti c’è sempre un po’ di tensione, anche se tutto è a posto, perchè magari non si conosce l’auditor, i suoi “gusti” in termini di burocrazia, e altre bazzecole del genere.

Però spesso l’audit ha dei momenti di rilassamento, in cui si può ragionare a mente fredda sulla strada che si sta facendo, e saltano fuori delle cose interessanti.

Intanto degli ispettori (nati nell’era pre-computer) ci fanno vedere che sono in grado di ammodernarsi: come redigere i report dell’audit su un tablet. Nulla di particolare, ma già dà un po’ di brio. Poi, scannerizzarsi i documenti dell’ispezionato con uno scanner portatile. Va bè, è solo un dettaglio. Però…

Però poi guarda i bei moduli cartacei per fare le check-list (e chi non le fa cartacee? dò un tablet a ogni magazziniere?) e mi suggerisce – caldamente – di farle con un form web in rete, magari su un software gestionale… Uau! E io che fatico a far passare qualsiasi proposta via web!

Pensavo fosse un problema d’età, invece è solo un problema di apertura mentale… e che ci posso fare? Trapano? 😉

apertura mentale
apertura mentale

Gestionale ERP: forma o sostanza?

Nei gestionali ERP vale di più la forma o la sostanza?

La domanda che più spesso si sente chiedere rispetto al software gestionale ERP è: stampa i registri IVA? e le liquidazioni IVA? il giornale di contabilità? i cespiti? i ddt e le fatture?

Di conseguenza ci si chiede: ma sono queste le priorità?

O forse non sono (tipo): fa una previsione del venduto? e il risultato per agente? gestisce il riordino automatico? fa il crm e la gestione documentale?

Questo è l’evidente risultato di anni di oppressione fiscal-burocratica, per cui prima vengono le esigenze di sua maestà il Fisco, poi quelle delle imprese. Ed è una ragione per chiedersi se i software per organizzare l’impresa più che essere “italianizzati” non debbano all’opposto essere globalizzati, riprendendo le tecniche che usano in Francia piuttosto che in Germania, in Belgio o in Inghilterra. Tutto per aiutare l’impresa a fronteggiare la concorrenza, non per essere sudditi di una burocrazia tutta italiana.

Nonostante questo è evidente che un software deve rispondere alle esigenze dettate dalle leggi in vigore, senza perdere d’occhio il suo vero focus, che è gestire l’impresa in modo profittevole.

p.s. mi è capitato di vedere una presentazione di un (piccolo) gestionale italiano, in cui 4 pagine su 12 erano per far vedere quanto bene stampa i DDT :O

Menu a tendina in anagrafica prodotto
Menu a tendina in anagrafica prodotto